lunedì 19 aprile 2010

Gnocchi di zucca e qualche dubbio




Ho tanto letto di questi gnocchi nel web ma ne ho sentito anche parlare da molte amiche senza mai avere il coraggio di provare, poi sfogliando il mio libro della cucina marchigiana ho visto che in alcune zone della mia regione è abitudine farli, non da queste parti però.
La ricetta è semplicissima però una cosa non mi è tornata con quanto scritto nel libro, in pratica la dose riportata è di 1 kg. di polpa di zucca cotta a vapore e lasciata asciugare ( un giorno ) poi si aggiunge l'uovo ( non tutto ), noce moscata, sale e circa 400gr. di farina, fin qui tutto ok poi però si parla nella spiegazione di creare dei cilindri come quando si fanno gli gnocchi di patate ma non c'era proprio verso, ho usato un cucchiaino e li ho buttati così nell'acqua bollente.
Ora ditemi voi esperti di questa pietanza cosa c'è che non è andato anche se devo dire che in famiglia sono piaciuti molto perchè leggeri e non si attaccavano affatto al palato.
Li ho conditi con un sugo leggero di carne macinata mista e abbondante parmigiano reggiano ( si Dauly ancora le ultime briciole e ce le godiamo piano piano ).



Ora il dubbio è che magari occorre una zucca apposta per fare gnocchi e che bisognava cuocere la zucca in forno per essere ancora più asciutta?? Io aspetto voi perchè so che saprete illuminarmi, intanto vi lascio questo video splendido e una canzone di qualche tempo fa ma che è sempre un piacere ascoltare.




Tu dormi e non pensare
ai dubbi dell'amore
ogni stupido timore e' la prova che ti do ....





Ingredienti secondo il libro " La cucina delle Marche "

1 kg. di polpa di zucca già cotta a vapore
uovo qb
sale
noce moscata
400gr. di farina